La Germania sospende i piani per i negoziati sulla Brexit al vertice degli ambasciatori dell’UE

dal Guardian e tradotta da Pietro Lunetto

https://www.theguardian.com/politics/2020/aug/26/germany-scraps-plans-for-brexit-talks-at-eu-ambassadors-summit

La Germania ha eliminato i piani per discutere la Brexit in una riunione diplomatica ad alto livello la prossima settimana perché non ci sono stati “progressi tangibili” nei colloqui, Bruxelles lamenta un’estate “completamente sprecata”.

I funzionari dell’UE ritengono ora che il governo britannico sia disposto a rischiare un’uscita senza accordo quando il periodo di transizione terminerà il 31 dicembre, e cercheranno di addossare la colpa a Bruxelles se i negoziati falliranno.

Il governo tedesco, che detiene la presidenza di turno del Consiglio UE, aveva intenzione di discutere la Brexit durante una riunione degli ambasciatori UE il 2 settembre, ma ora ha abbandonato la questione. “Dal momento che non ci sono stati progressi tangibili nei negoziati UE-Regno Unito, il punto Brexit è stato tolto dall’agenda”, ha detto un diplomatico dell’UE.

La decisione è importante perché Angela Merkel è stata annunciata come potenziale punto di riferimento quando i colloqui sulle future relazioni UE-Regno Unito raggiungeranno una fase cruciale questo autunno.

La scorsa settimana il cancelliere tedesco ha incontrato Emmanuel Macron nella residenza ufficiale del presidente francese in Costa Azzurra, dove ha discusso del futuro dell’UE dopo la Brexit. Dopo l’inconcludente ciclo di negoziati della scorsa settimana, entrambi i governi hanno rilasciato dichiarazioni quasi identiche che chiedevano “risposte concrete” al governo britannico.

“Negli ultimi mesi la cooperazione franco-tedesca ha guadagnato nuovo slancio”, ha detto un diplomatico dell’UE, con i due paesi che si sono “riallineati” su questioni come la Brexit. “Data questa nuova realtà sarebbe inutile aspettare che un cavaliere bianco da Parigi o da Berlino venga in soccorso.”

Sandro Gozi del Partito democratico, eurodeputato italiano che siede nel partito di Macron al Parlamento europeo ed è stato ministro dell’Europa durante la prima fase dei negoziati per la Brexit, ha detto: “Dubito che anche Merkel o Macron siano in grado di trasformare una situazione di stallo in un risultato positivo.

“Ho sempre pensato – questa è la mia posizione personale – che no-deal era una vera opzione, soprattutto da parte di Londra … Ogni giorno che passa senza progressi concreti è un giorno più vicino al no-deal Brexit.”

Eliminare la Brexit dall’agenda diplomatica della prossima settimana è un segno di pessimismo sempre più profondo a Bruxelles. “La gente sottovaluta quanto sia tetro l’umore nel team di negoziazione dell’UE”, ha detto un funzionario dell’UE che ha aggiunto che il tempo stava finendo per negoziare un trattato legale complesso che dovrebbe superare le 400 pagine.

“Abbiamo avuto tutta l’estate completamente sprecata, un gabinetto che non capisce come funzionano i negoziati, un primo ministro che, penso, non capisce come funzionano i negoziati – perché ha l’impressione sbagliata di poter portare a termine i negoziati all’undicesima ora.”

Il capo negoziatore dell’UE, Michel Barnier, la scorsa settimana ha dichiarato di essere stato sorpreso dal fatto che il Regno Unito “sprechi tempo prezioso”, visto che Boris Johnson aveva detto ai leader dell’UE a Giugno di volere un accordo quadro entro luglio.

Un documento del Regno Unito trapelato al Sun domenica, menzionando di disordini pubblici, carenze e aumenti dei prezzi nel caso di una Brexit no-deal, è stato percepito a Bruxelles come un segno della serietà del governo di lasciare il mercato unico e l’unione doganale dell’UE senza alcun accordo.

“Sempre più persone sono giunte alla conclusione che l’ideologia Brexit batte il pragmatismo Brexit nel governo britannico”, ha detto il diplomatico. “Se il Regno Unito volesse davvero buttarsi dalla scogliera della Brexit per motivi ideologici, non ci sarebbe modo per l’UE di fermare tutto questo.” Se la posizione negoziale del Regno Unito è diventata “più pragmatica e realistica”, c’era ancora la possibilità di salvare i negoziati, hanno aggiunto.

Per l’UE, “pragmatismo” significa accettare che l’accesso senza tariffe al mercato unico richiede norme comuni in materia di ambiente, aiuti di Stato, protezione dei lavoratori e dei consumatori – una posizione respinta dal Regno Unito.

Con i colloqui che riprenderanno il 7 settembre, le fonti dell’UE sono sempre più frustrate con il capo negoziatore britannico, David Frost. “La sensazione è che David Frost agisca più come messaggero del Regno Unito che come negoziatore. Se non ottiene più spazio negoziale, i negoziati rimarranno in gravi difficoltà”, ha detto il diplomatico dell’UE.

I funzionari britannici hanno reagito accusando l’UE di rallentare i progressi insistendo sul fatto che tutte le questioni difficili dovevano essere risolte in parallelo. “L’insistenza dell’UE sul fatto che nulla può ora progredire fino a quando non avremo accettato le posizioni dell’UE in materia di pesca e politica degli aiuti di Stato è una ricetta per ritardare l’intero negoziato in un momento in cui il tempo è breve per entrambe le parti”, ha detto una fonte del Regno Unito vicino ai negoziati.

“Siamo anche di fronte alla frustrante insistenza dell’UE sul parallelismo, il che significa che non progrediranno aree diverse da queste difficili finché non ci saremo mossi verso la loro posizione su di loro. È un modo sicuro per ritardare le trattative. Da parte nostra siamo pronti a darci da fare e ad entrare nelle discussioni dettagliate sui testi giuridici, che sono ora necessari. Speriamo che l’UE faccia altrettanto.”

Si dice che Johnson abbia piena fiducia in Frost e nel team negoziale britannico.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s